Oltre i 200€ di spesa complessiva le spese di spedizione sono gratis.­

VIA DELLA LANA E DELLA SETA GUIDA

16,90

Disponibile

Descrizione

VIA DELLA LANA E DELLA SETA
A piedi da Bologna a Prato
Un lungo trekking 130 km suddivisi in sei tappe da Bologna a Prato con altrettanti pernottamenti nei piccoli borghi rurali disseminati sulle colline e sulla montagna.
n viaggio a piedi di straordinario interesse.
Un’immersione totale nella natura più bella dell’Appennino tosco-emiliano tra boschi valli
e crinali incredibilmente panoramici lungo sentieri e antiche mulattiere che toccano abitati
rurali affascinanti. Un’esperienza diversa che garantisce al camminatore la possibilità di osservare
da vicino la fisionomia del paesaggio montano.
Alla presenza dei parchi delle aree protette e delle riserve naturali lungo il Cammino tra Bologna
e Prato 130 km suddivisi in sei tappe giornaliere si affianca la presenza diffusa di
borghi medievali di palazzi feudali e signorili di antiche infrastrutture. Perché davvero il trekking
descritto in questa guida riesce a coniugare in maniera esemplare la componente ambientale
l’incontro con la popolazione locale e la dimensione culturale e storica.
Il Cammino Bologna-Prato si sviluppa in territori che fin dall’età del bronzo furono collegati tra
loro da arterie pedonali e di transumanza. Percorsi
che in seguito vennero potenziati da etruschi celti liguri romani longobardi e bizantini.
Anche il medioevo però ha lasciato segni importanti: basti pensare agli scontri tra signorotti
locali e i Comuni di Bologna e Firenze in lotta per il controllo delle risorse per l’uso dei pascoli
e delle acque per il taglio dei boschi i dazi e i pedaggi doganali. Nel corso del Novecento infine
con la Linea Gotica l’Appennino è stato terra di frontiera di guerra di dolore: l’occupazione
tedesca ha lasciato ferite difficilmente rimarginabili e la Resistenza ha rappresentato
riscatto e dignità pagate a caro prezzo dai combattenti e dai civili
L’itinerario descritto in questa guida mostra il cuore di un Appennino ancora capace di narrare
storie e leggende di meravigliare con le architetture religiose delle sue abbazie e dei suoi
santuari di stupire con le antiche opere idrauliche di Bologna e di Prato con i borghi e le
case-torri medievali dei maestri comacini di incantare con i paesaggi e catturare l’interesse
del visitatore con la gastronomia.

Informazioni aggiuntive

Taglia

Colore